• L'ETICA
    COME
    VISIONE
  • L'APPROCCIO
    COME
    LINGUAGGIO
  • L'ESPERIENZA
    COME
    RACCONTO

CHI SIAMO

MOOD Photography nasce dalla volonta' di 3 fotografi, Stefano Schirato, Simone Cerio e Marco Di Vincenzo ad unirsi dietro un concetto di fotografia che vorrebbe diventare un polo importante di idee legate all'immagine, fabbrica di progetti innovativi per la cultura fotografica nel panorama italiano. Lo Spazio Mood non sara' una semplice scuola di fotografia che organizzera' corsi ma si pone l'obiettivo di far diventare la propria sede a Pescara in via dei Marrucini 84, una vera e propria "casa della fotografia" dove organizzare workshop, incontri con autori internazionali, laboratori fotografici, promuovere mostre personali e collettive, "respirare" fotografia.

lA NOSTRA OFFERTA DIDATTICA


LIVELLO BASE

CORSO BASE

PROSSIMA SESSIONE: OTTOBRE 2018



DURATA 4 MESI

16 lezioni


  • TUTOR
    Di Vincenzo | Schirato | Cerio

PHOTOSHOP

PROSSIMA SESSIONE: OTTOBRE 2018



DURATA 2 MESI

8 lezioni


  • TUTOR
    Marco Di Vincenzo

RIPRESA & MONTAGGIO VIDEO

PROSSIMA SESSIONE: OTTOBRE 2018


DURATA 2 MESI

8 lezioni


  • TUTOR
    Alessandro Petrini | Alessio Felicioni

LIVELLO AVANZATO

CORSO IDENTITA' E METODO

PROSSIMA SESSIONE: OTTOBRE 2018



DURATA 6 MESI

24 lezioni


  • TUTOR
    Simone Cerio

REPORTAGE & STORYTELLING

PROSSIMA SESSIONE: OTTOBRE 2018



DURATA 8 MESI

16 lezioni


  • TUTOR
    Stefano Schirato

PAESAGGIO

coming soon



DURATA 4 MESI

16 lezioni


  • TUTOR
    Sergio Camplone

LIVELLO MASTERCLASS

LONGTERM PROJECT

PROSSIMA SESSIONE: OTTOBRE 2018



DURATA 8 MESI

8 lezioni


  • TUTOR
    Schirato | Cerio

workshop

S.Agata | Catania


Workshop con Simone Cerio

Dal 3 al 6 Febbraio 2018

maggiori info a breve

EMERGENTI

SCOPRI

Loris Falasca

Vista Mare

L'amore per il mare ha sempre accompagnato la mia vita. Questo posto sconfinato, sterminato da dove in passato arrivavano civilta' e ricchezza ha sempre esercitato un grande fascino sul mio immaginario...



SCOPRI

Simona Budassi

Hell In my Veins

"Hell In my Veins" contiene gia' nel titolo il suo obiettivo. La malattia non e' sempre visibile e palese, quantomeno spesso non nelle forme alle quali le immagini mediatiche hanno abituato e istruito il nostro occhio....



SCOPRI

Alessandro Battista

La stanza che non c'e'

Ho realizzato questo lavoro in Abruzzo, in una struttura socio-sanitaria che si occupa di pazienti con gravi disabilita' fisiche e psichiche. Sono persone che vivono in questo luogo, in alcuni casi, da quando erano adolescenti...



SCOPRI

Davide D'Amato

Il circo della Luna

La storia del circo segue la storia dell'uomo. Dal circo classico e moderno che, per non morire su se stesso, si e' dovuto reinventare. Il circo non e' piu' appannaggio delle vecchie tradizioni delle grandi famiglie ma...



SCOPRI

Sara Napolitano

Lidianna

Sono sempre stata attratta dalle persone, e' incredibile poter osservare i dettagli di un individuo, i segni, i cambiamenti, le rughe di un'espressione o dell' eta', scoprire come si amplifica la profondita' di uno sguardo...



news




Sergio Camplone | "Questo non e' un paesaggio"
Venerdi' 20 Luglio 2018 - ore 19.00


Eccoci con l'ultimo appuntamento stagionale della serie SPOT ON!
Venerdi 20 Luglio avremo il piacere di ospitare Sergio Camplone, fotografo da sempre impegnato nella ricerca sull'evoluzione del paesaggio contemporaneo e l'architettura.
Attualmente impegnato ad indagare le relazioni tra i nuovi comportamenti sociali e le trasformazioni del paesaggio urbano attraverso il linguaggio del ritratto ambientato.
Proprio di questo ci parlera' venerdi' 20 Luglio, prendendo spunto dal convegno "Questo non e' un paesaggio" tenutosi a Matera.
BIO
Sergio nasce a Pescara nel 1969, studia fotografia al c.f.p. Riccardo Bauer di Milano. Collabora come fotografo d'architettura con architetti, magazine e amministrazioni pubbliche.
E' inoltre docente di fotografia nel Dipartimento di Architettura di Pescara.
Tiene laboratori di fotografia nelle Universita' sulla percezione e la rappresentazione dei nuovi paesaggi sociali e urbani.
Gli ultimi progetti conclusi sono: "Anagrafe del danno" curato da Fuorivista e Confotografia sul terremoto de L'Aquila; "Breviario di un paesaggio incompleto" coordinato da calamita/a', sui territori del Vajont. Con la facolta' di architettura di Matera ha sviluppato il progetto "Una questione meridionale". Per Lacuna/e project ha sviluppato il progetto "The Third Way" a Mazzorbo/Venezia sulle architetture di De Carlo. Con il collettivo Synap(see), curato da Steve Bisson, ha lavorato al progetto "appunti sulla chimica italiana" sul polo chimico di Bussi Officina in Abruzzo.
Dal 2018 e' rappresentato da LuzPhoto agency


modalita' di iscrizione

L'incontro e' gratuito e a numero chiuso. Per prenotarsi e' necessario inviare una mail a: info@moodphotography.it, inserendo nell'oggetto la dicitura "Prenotazione Spot On". La conferma di prenotazione avverra' tramite una mail di risposta.


Alessandro Battista | "The room that doesn't exist"
Finalista "Coup de Coeur" premio ANI | Festival Internazionale del Fotogiornalismo di Perpignan VISA POUR L'IMAGE 2017


Alessandro Battista, studente del masterclass LONG-TERM PROJECT 2015/2016, autore del progetto "The room that doesn't exist", e' stato selezionato tra i finalisti del premio "COUP DE COEUR" | ANI (Association Nationale des Iconographes) all'interno del Festival Internazionale di Fotogiornalismo di Perpignan


Link alla galleria del progetto


Carlo Lombardi | "Dead Sea"

Primo premio FotoLeggendo 2017


Carlo Lombardi, studente del corso IDENTITA' E METODO 2016/17, autore del progetto "DEAD SEA", ha ricevuto il primo premio al festival di fotografia di Roma "FOTOLEGGENDO 2017".


Link alla pagina ufficiale


Sulejman Bijedic | "Odavle Samo U Harem: In Memory of Abdulah Boskailo"

Finalista Lens Culture Exposure Awards 2017


Sule Bijedic, studente del corso IDENTITA' E METODO 2015/16, e' arrivato finalista al premio internazionale Lens Culture Exposure Awards 2017


Link alla pagina ufficiale

CHE COSA E'?

La Factory di Mood Photography nasce dall'esigenza di costruire un nuovo modello di pensiero. Un gruppo di fotografi, appena usciti da un percorso di studi, pronto a cimentarsi su progetti a lungo termine. Il tutoraggio costante, l'indipendenza artistica e l'autoproduzione sono le colonne portanti di questa idea; lo sguardo verso il panorama nazionale permette invece di creare un confronto continuo con professionisti del settore, dai Festival di settore, agli spazi espositivi di rilievo, fino alle libere installazioni.

COME FUNZIONA?

Ogni anno selezioniamo i nostri migliori studenti con la finalita' di farli lavorare su un progetto fotografico. I fotografi di Mood, Simone Cerio, Stefano Schirato e Marco Di Vincenzo, sono i responsabili non solo della scelta della tematica annuale, ma anche del tutoraggio: attraverso sedute di editing periodiche verra' valutato ogni singolo studente e l'andamento del progetto. La squadra puo' scattare in maniera autonoma, oppure seguendo gli stessi insegnanti, qualora loro decidano di essere anche autori e non soltanto tutor esterni. Il lavoro ha durata di 1 anno: una volta terminato viene deciso un output da presentare a tutti i circuiti fotografici piu' importanti, dalle testate giornalistiche fino alle gallerie e Festival nazionali. Il prodotto viene confezionato in maniera del tutto indipendente all'interno dello spazio Mood Photography; il tema Factory seguira' tutte le fasi di produzione e sara' parte attiva della stessa.


Sito web under construction

CONTATTACI


Via Dei Marrucini 84

65127 | PESCARA


368 7818983

393 5682404


info@moodphotography.it


Seguici su: